Parola

LA FORMULA CHE PLASMA LA REALTÀ

Passate un po’ di tempo ad ascoltare le parole che pronunciate: se vi sentite  ripetere un concetto tre volte annotatelo. Per voi è infatti diventato uno schema.
LOUISE HAY
(estratto da Guarisci il tuo Corpo)

 

Sono … Sono sempre … Sono troppo … Non sono … Non sono mai … Non sono abbastanza…
Non sono in grado … Devo … Non devo …  Posso… Non posso … Vorrei, ma…

Quante volte ci siamo espressi con questi termini?

La Parola è ciò che ci distingue dagli altri esseri del regno animale e che ci consente di interagire con gli altri.

Tramite la parola che scegliamo di utilizzare possiamo nutrire e denutrire, elogiare oppure offendere, ma soprattutto diamo forma nel mondo a noi stessi. Sia che siamo “yes man” e “yes woman”, o anche il loro contrario, sia che siamo avvocati, ingegneri, psicologi etc., il modo in cui usiamo le parole crea i nostri rapporti e l’ambiente in cui ci troviamo a vivere, crea la nostra vita.

Divenire consapevoli delle parole che si usano equivale a divenire creatori del nostro lavoro, delle nostre relazioni, del nostro ambiente.

  • Siamo consapevoli delle parole che usiamo per descrivere noi stessi?

  • Ci sono termini che ripetiamo senza esserne consapevoli?

  • Quanto peso hanno le parole che usiamo sul nostro umore e sul nostro agire?

  • E in che modo influenzano la nostra realtà?

Il lavoro di attenzione alle parole che usiamo per definirci e per definire il nostro mondo interiore ed esteriore, ci permette di effettuare la scelta consapevole del cambiamento. Solo utilizzando nuove parole è possibile modificare in modo sensibile la nostra vita, rendendola sempre più simile a quello che desideriamo che sia.