Homepage

Il nostro corpo è lo specchio delle nostre emozioni

Le nostre parole sono il riflesso dei nostri pensieri

I nostri pensieri influenzano parole ed emozioni

Corpo Parola Mente © è un metodo per aiutarci a divenire consapevole di noi e del nostro sentire. Tramite il corpo viviamo emozioni, tramite la parola le condividiamo e le suscitiamo e tramite la mente ed il corpo possiamo comprenderle. Comprendendo il nostro modo di essere nel mondo possiamo riscoprire le nostre risorse, i nostri punti di forza e tutto quello che può servirci per affrontare i momenti di disagio che possiamo trovarci a vivere.

Corpo Parola e Mente sono le nostre tre “porte”, le cui dinamiche ci sono spesso ignote. Grazie alla conquista della consapevolezza di queste tre porte è possibile trovare l’equilibrio con noi stessi e, di conseguenza, con gli altri.

Tramite il percorso di counseling strutturato su queste basi, affiancando la pratica bioenergetica e alcune  tecniche di meditazione è possibile ritrovare il radicamento che tanto spesso perdiamo a causa della vita frenetica che ognuno di noi si trova a vivere. Ritrovare questo radicamento significa essere nelle condizioni di poter affrontare situazioni di disagio temporaneo, di qualsiasi tipo esso sia: la fine di una relazione o l’inizio di una nuova, un cambiamento nella sfera professionale o familiare, un lutto, e qualsiasi altra situazione temporanea che richieda sostegno o necessità di chiarezza.

Allentando la tensione generata dallo stress fisico ed emotivo ci permettiamo di ritrovare la connessione perduta con noi stessi, i nostri bisogni, i nostri desideri.

 

 

 

Chi sono?

Sono Ambra e le persone sono la mia più grande passione.

Amo la musica, le passeggiate in alta montagna e la cucina indiana.

Ho iniziato ad interessarmi al mondo della crescita personale nel lontano 1996. All’epoca la mia razionalità mi diceva di trovare un lavoro sicuro, mentre l’aspetto emozionale agognava a fare ciò che più amavo: aiutare gli altri a trovare gli strumenti per stare meglio. Così, mentre frequentavo la facoltà di geologia, seguivo corsi per nutrire il mio desiderio.

Da sempre interessata all’integrazione corpo-mente e alla psicosomatica, ho studiato e praticato massaggio ayurvedico, erboristeria, yoga, approcci meditativi occidentali ed orientali fino ad approdare alla bioenergetica di Alexander Lowen, ambito in cui mi sono specializzata.

Ogni essere umano è alla ricerca di un equilibrio tra emozione e ragione. C’è chi sceglie di vivere all’insegna dell’una, chi dell’altra, ma nella mia esperienza personale entrambe vogliono la nostra attenzione e sta a noi restituirgli una dignità.

E’ su queste basi che lavoro e posso fare affidamento su un periodo di studio, pratica ed esperienza lungo vent’anni. Oggi aiuto le persone a:

  • Agire sui blocchi muscolari per sciogliere dolori e tensioni
  • Migliorare i rapporti di coppia e in famiglia
  • Dare una svolta alla carriera andando a riscoprire le risorse che ognuno di noi ha
  • Lavorare con le parole e con i modi di esprimersi per andare incontro a testa alta alle difficoltà che la vita ci pone di fronte
  • Imparare il grande potere di guarigione della meditazione
  • Ritrovare l’equilibrio corpo-mente che porta alla serenità

 

Ricordatevi sempre però che “la felicità è nel palmo della nostra mano, è ovunque e non importa dove” (Cronin)

Corpo

PERCORSI DI CONSAPEVOLEZZA CORPOREA

 
Ogni muscolo teso è un muscolo spaventato: paura uguale contrazione.
La paura va compresa, sentita e rilasciata.
ALEXANDER LOWEN
(estratto da Onorare il corpo)

 

Il Corpo non è solo il mezzo fisico che ci permette di vivere esperienze nella vita quotidiana, ma è anche il contenitore delle nostre emozioni, espresse o represse che siano. Se ci guardiamo intorno possiamo vedere corpi sottili o corpi tondi, spalle contratte, toraci aperti, sguardi vivaci o vacui. Tutte queste caratteristiche ci parlano di noi e di quello che siamo.

Il nostro respiro è strettamente connesso alle nostre emozioni: la sua qualità ci racconta cosa sentiamo, in quale misura e se ci concediamo di sentirlo.

Nel momento in cui iniziamo a riprendere contatto con il nostro corpo, la prima impressione che abbiamo è il modo in cui i nostri piedi sono in contatto con la terra sottostante. Il grado di  grounding non è solo il concetto chiave della bioenergetica, ma è soprattutto lo specchio del nostro modo di andare nel mondo.

In quale parte del corpo sono le nostre emozioni?
Le distinguiamo dai nostri pensieri?
Che qualità possiede il nostro respiro?
In che modo stiamo sui nostri piedi?

Le risposte a queste domande ci dicono quanto ci conosciamo. Se non ci conosciamo e non ci sentiamo, possiamo sapere cosa vogliamo e chi siamo?

Parola

LA FORMULA CHE PLASMA LA REALTÀ

Passate un po’ di tempo ad ascoltare le parole che pronunciate: se vi sentite  ripetere un concetto tre volte annotatelo. Per voi è infatti diventato uno schema.
LOUISE HAY
(estratto da Guarisci il tuo Corpo)

 

Sono … Sono sempre … Sono troppo … Non sono … Non sono mai … Non sono abbastanza…
Non sono in grado … Devo … Non devo …  Posso… Non posso … Vorrei, ma…

Quante volte ci siamo espressi con questi termini?

La Parola è ciò che ci distingue dagli altri esseri del regno animale e che ci consente di interagire con gli altri.

Tramite la parola che scegliamo di utilizzare possiamo nutrire e denutrire, elogiare oppure offendere, ma soprattutto diamo forma nel mondo a noi stessi. Sia che siamo “yes man” e “yes woman”, o anche il loro contrario, sia che siamo avvocati, ingegneri, psicologi etc., il modo in cui usiamo le parole crea i nostri rapporti e l’ambiente in cui ci troviamo a vivere, crea la nostra vita.

Divenire consapevoli delle parole che si usano equivale a divenire creatori del nostro lavoro, delle nostre relazioni, del nostro ambiente.

  • Siamo consapevoli delle parole che usiamo per descrivere noi stessi?

  • Ci sono termini che ripetiamo senza esserne consapevoli?

  • Quanto peso hanno le parole che usiamo sul nostro umore e sul nostro agire?

  • E in che modo influenzano la nostra realtà?

Il lavoro di attenzione alle parole che usiamo per definirci e per definire il nostro mondo interiore ed esteriore, ci permette di effettuare la scelta consapevole del cambiamento. Solo utilizzando nuove parole è possibile modificare in modo sensibile la nostra vita, rendendola sempre più simile a quello che desideriamo che sia.

Mente

PENSIERI DA ADOTTARE E PENSIERI DA ABBANDONARE

C’è una rivoluzione che dobbiamo fare se vogliamo sottrarci all’angoscia, ai conflitti e alle frustrazioni in cui siamo afferrati. Questa rivoluzione deve cominciare non con le teorie e le ideologie, ma con una radicale trasformazione della nostra mente
J. KRISHNAMURTI
(12 maggio 1895 – 18 febbraio 1986).

La Mente è la sede dei nostri pensieri, i quali possono influenzare le nostre emozioni. Nella mente effettuiamo delle scelte, che tramite il corpo e la parola divengono azioni. Una volta compiuta una scelta agiamo nel mondo tramite parole e gesti corporei che vanno a determinare la nostra professione, i nostri rapporti affettivi, il nostro modo di vivere.

Possiamo imparare ad osservare i nostri pensieri così da comprendere chi siamo stati fino ad oggi.

Comprendere chi siamo ci consente di effettuare scelte più consapevoli in futuro.

Compiere scelte consapevoli ci permette di orientare la nostra vita professionale, nutrire i nostri rapporti affettivi in modo nuovo, rigenerare il nostro modo di vivere.

Le basi per il cambiamento non possono strutturarsi se non si lavora contemporaneamente su corpo, parola e mente.